Due medici di Intermed sono stati invitati all’Università Federale di Sao Paulo per tenere un seminario sull’ozonoterapia. La presenza di alcuni pazienti sofferenti di piaghe di natura diabetica e post-traumatica, ha ravvivato ulteriormente le sessioni dedicate alla pratica clinica.
L’ozono, con il suo potere battericida e disinfettante, facilita la granulazione di piaghe diabetiche, post-traumatiche, di origine infettiva, da decubito e vascolari.
Il tessuto di granulazione, tappa fondamentale per la cicatrizzazione, si forma già dopo due o tre applicazioni. Con due sedute settimanali per varie settimane, utilizzando la tecnica del sacchetto posto intorno alla piaga e riempito di miscela ossigeno-ozono, si ottengono risultati davvero incredibili.
Tale possibilità terapeutica potrebbe essere di valido supporto anche nella cura di alcune piaghe di origine batterica di cui soffrono le popolazioni indigene dell’Amazzonia.
La situazione attuale di alcune zone amazzoniche, colpite da allagamenti dovuti ad una errata gestione del sistema di dighe ed anche ai molti incendi avvenuti negli ultimi mesi, appare particolarmente difficile per gli indios, costretti a ritirarsi in zone remote dove è difficile prestare assistenza sanitaria. A queste persone particolarmente bisognose è indirizzata l’attenzione di Intermed in questo periodo.