Dedicato alla vita

Siria

Dopo la nostra ultima missione con il dr. Abdul Kader Ajam, siamo solo restati in contatto con i colleghi medici siriani.

“Ci hanno abbandonato”, mi dice un collega siriano, amico da anni, col quale abbiamo condiviso momenti di guerra, di fatica, di dolore.
Non so cosa rispondergli.

…forse Intermed potrebbe procurare un’altra apparecchiatura per l’ozonoterapia per curare ferite da guerra, e non solo…
Così, partiamo per il confine turco-siriano, ma arrivati laggiù non ci fanno portare dentro l’apparecchiatura. Proviamo a contrattare con i doganieri, ma hanno ordini precisi. L’apparecchiatura non deve arrivare nei campi rifugiati. Lì vi sono anche curdi, che non devono ricevere cure.
Gli spieghiamo che in realtà l’apparecchiatura dell’ozono servirà a curare tutti: turchi, curdi, siriani.

Niente da fare. Possiamo combattere tutto, ma non l’ottusità. Non ci diamo per vinti e, in pullman, anziché in aereo, portiamo l’apparecchiatura in un altro ospedale, dove i medici turchi lavorano fianco a fianco con i medici siriani. Ci accolgono con gioia.
La sera si beve tè e si fuma narghilè ai petali di rosa.
Sembra che la guerra sia un sogno lontano, così come una Siria libera.

Burkina Faso
Africa sub-sahariana
Burkina Faso
Nigeria
Africa sub-sahariana
Nigeria
Armenia
Asia, Europa
Armenia
OMS: Ginevra 2019
Europa
OMS: Ginevra 2019
Togo
Africa sub-sahariana
Togo
India
Asia
India
Isola di Lesbo
Europa
Isola di Lesbo
Siria
Medio Oriente
Siria
Etiopia
Africa sub-sahariana
Etiopia
Burundi
Africa sub-sahariana
Burundi
Uganda
Africa sub-sahariana
Uganda
Mali
Africa sub-sahariana
Mali
Nepal
Asia
Nepal
Costa d’Avorio
Africa sub-sahariana
Costa d’Avorio
Amatrice
Italia
Amatrice
Madagascar
Africa sub-sahariana
Madagascar
Romania
Europa
Romania

New Blog Posts

View Blog