Project Syria

We brought ozone equipment from Istambul to Hatay, bordering Turkey and Syria. Thanks to Abdul Ajam, Elena Braghieri, Gulio Tonincelli and Irene Panighetti, we could set up a clinic for treating sores, various infections and war injuries.

From “Diario dalla Siria” (Diary of Syria) by Irene Panighetti
IL BAGAGLIO
Il viaggio è stato preceduto da mesi e mesi di impegno e di raccolta da parte del del Rotaract Distretto 2050, la sezione giovanile del Rotary che ha promosso la campagna “Uniti per la Siria”: una campagna articolata e pluriennale, che ha incluso vaccinazioni antipolio per l6mila bambini in collaborazione con Unicef nonché la spedizione di un’autoambulanza attrezzata. “Nell’immaginario comune il Rotarct è un club per figli di papà che pensano solo a divertirsi nel lusso. Ma non è così: noi vogliamo impegnarci per chi soffre”, spiega Patrizia Volonghi, già rappresentante distrettuale della sezione bresciana del Rotaract Distretto 2050, che conta 27 club di giovani tra i 18 e i 30 anni distribuiti tra le province di Brescia, Cremona, Mantova, Pavia, Lodi, Piacenza e Milano Sud per un totale di 400 giovani tra i 18 e i 30 anni.
“Uniti per la Siria” è nata grazie alla determinazione di Stefano Al Issa, socio del Rotaract Club Brescia Ovest Castello, di origine siriana, che già durante l’anno sociale 2012/2013 ha portato all’attenzione del Rappresentante Distrettuale di allora, Andrea Morandi, il dramma dei bambini siriani vittime di uno dei peggiori conflitti di questo secolo. Stefano si è recato in Siria nell’aprile 2013: là ha potuto vedere con i suoi occhi il dolore, la sofferenza, la fame, la disperazione di intere famiglie distrutte dalla guerra. Ha contribuito portando medicinali e aiutando medici italiani volontari; al suo ritorno si è speso per dare il via ad un progetto distrettuale della durata pluriennale per poter iniziare una raccolta fondi da destinarsi ai bambini siriani appoggiandosi a Unicef. I Rotaract Club hanno subito accolto l’iniziativa organizzando una festa di fine estate (Rotaract Club Brescia e Rotaract Club Brescia Vittoria Alata), un musical natalizio che ha visto oltre 250 spettatori e la presenza di una delegata Unicef (Rotaract Club Binasco) e la vendita di angioletti natalizi e di crema di nocciola (Rotaract Club Brescia Ovest Castello). Grazie ai contributi raccolti, 3.250 euro sono stati destinati alla campagna contro la poliomelite promossa da Unicef per la vaccinazione di oltre 16.000 bambini in Siria.

Project HPV: papilloma virus, which hopes for Burkina Faso

The two laboratory technicians Osvaldo Martelli of InterMed Onlus and Paolo Libretti of Synlab, along with Roberto Colombo are leaving to Burkina Faso for teaching how to diagnose HPV (main responsible of uterus cancer) at the lab of St. Camille Daughters. It’s a huge opportunity for treating this pathology affecting 2% of women in Burkina Faso.